A caccia di funghi

Chi l’ha detto che per raccogliere funghi sia necessario andare in montagna?

Forse non tutti sanno che Novembre e Dicembre sono i mesi migliori per la raccolta di Chiodini, Finferli (meglio conosciuti come Galletti) , Pioppini e Ovoli bianchi.

1200px-Chanterelle_Cantharellus_cibariuschiodini

Quattro tipologie di funghi tipiche delle zone costiere, facilmente reperibili all’interno delle nostre splendidi boschi; basta prendere un cestino e raccogliere queste delizie che la nostra pineta regala.

Visto che Natale è alle porte e che sicuramente sarete alla ricerca di un menù sfizioso, semplice e genuino, vi diamo noi un piccolo suggerimento con:

Le ricette di casa Spinelli”

Funghi trifolati

Funghi appena raccolti

1 spicchio d’aglio

Sale e pepe Q.B

Olio di oliva

Nepitella

Il risultato sarà uno squisito sugo di funghi,ottimo per condire tagliatelle o polenta fumante.

…una calda coccola durante le gelide serate invernali.

Per Saperne di più: http://natura.provincia.cuneo.it/funghi/commestibili/

funghi (FungiL. 1753, dal latino) o miceti (dal greco μύκης, mykes) sono un regno di organismi eucariotiunicellulari e pluricellulari a cui appartengono anche i lieviti e le muffe. Il regno comprende più di 100.000 specie conosciute, benché la diversità sia stata stimata in più di 3 milioni di specie[1].

Classificati scientificamente da Linneo come Piante, i funghi sono stati poi elevati al rango di regno da Nees nel 1817 e da Whittaker nel 1968. Altri organismi storicamente classificati come funghi sono tuttora di classificazione incerta: Thomas Cavalier-Smith ha proposto un sesto regno, Chromista, comprendente le classi dei Hyphochytridiomycetes e Oomycetes. I moderni studi molecolari hanno contribuito a produrre un ordinamento sistematico più obiettivo, basato sulla filogenesi, che promette un maggior grado di stabilità.

La disciplina che studia i funghi si chiama micologia.

 

 

Potrebbe interessarti:

Leave a Comment